Donald Trump: il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America

Donald Trump: il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America

posted in: Blog, Notizie | 0

Che vi piaccia o no, che approviate o no l’inarrestabile Donald Trump sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti. Non solo, Trump stravincerà. Di fatto Trump è l’unico in corsa per la Casa Bianca. La stanca e gracile Signora Clinton è scomparsa nel vortice dei suoi stessi scandali, errori, problemi fisici, inettitudine, incapacità e silenzio stampa.

La stampa internazionale e italiana continuano a dipingere Trump in una luce negativa e a sminuire i continui scandali che vedono la Clinton implicata. La Repubblica, tanto per fare un esempio, in un articolo online scrive: L’emailgate, come è stato ribattezzato dalla stampa Usa, è uno dei pochi argomenti concreti su cui il rivale Donald Trump attacca la rivale democratica sollevando dubbi sulla sua affidabilità.

Il dato più ovvio, per confutare questo argomento, è che la malandata Clinton non fa una conferenza stampa da oltre 9 lunghi mesi, molti suggeriscono che ha molto da perdere incontrandosi con i giornalisti. Qualcuno potrebbe farle una domanda! Qualcuno potrebbe andare fuori dalla sceneggiatura della campagna elettorale. Qualche giornalista potrebbe perfino fare il suo lavoro.

Forse la Clinton inutilmente sta cercando in tutti i modi di nascondere i suoi problemi di salute (neurologici?), come mostra questo video nel quale sembra avere delle convulsioni.

Per quanto riguarda Trump, la narrazione “ufficiale” o mainstream, lo dipinge in modo irreale e falso: come un soggetto pericoloso, un buffone, un demagogo e via dicendo. Crozza per esempio, insiste nel definire Trump come un guerrafondaio estremista e non usa mezzi termini, lo definisce costantemente un nazista. In una delle sue molte gag lo mostra circondato da uomini armati pronti a scaricare il caricatore. Descrizione che è molto più coerente con Hillary.

Crozza

Niente dice Crozza della Clinton che come segretario di Stato americano è stata un disastro. La Clinton è stata una estremista guerrafondaia: ha voluto la guerra in Libia e in Siria, sua è stata la mano che ha spinto per la distruzione dei due paesi e sua responsabilità, come Capo di Stato, per la crisi dei rifugiati, della quali noi europei stiamo pagando le conseguenze. Senza parlare dei morti e della tragedia umanitaria che in questi paesi si è vissuta.

A termine dell’invasione della libia la Clinton ha detto di Gaddafi “Siamo venuti, abbiamo visto, lui è morto“, e giù a ridere, come fosse la cosa più comica del mondo. Niente dice la Clinton sul fatto che la Libia è oggi devastata mentre prima del suo arrivo era uno dei paesi africani più socialmente ed economicamente avanzati.

Ma non abbiate paura, la Clinton non sarà mai la presidente degli Stati Uniti. Infatti passerà il resto dei suoi giorni rosicchiando l’osso del fallimento. Ci dimenticheremo presto di lei. Ma non i suoi guai. Questi la seguiranno fino alla tomba.

Leave a Reply